Figure aziendali

John D. Rockefeller

  John D. Rockefeller
John D. Rockefeller era il capo della Standard Oil Company e uno degli uomini più ricchi del mondo. Ha usato la sua fortuna per finanziare cause filantropiche in corso.

Chi era John D. Rockefeller?

L'industriale americano John D. Rockefeller costruì la sua prima raffineria di petrolio vicino a Cleveland e nel 1870 incorporò la Standard Oil Company. Nel 1882 aveva un quasi monopolio del business petrolifero negli Stati Uniti, ma le sue pratiche commerciali portarono all'approvazione di leggi antitrust. Più tardi nella vita, Rockefeller si dedicò alla filantropia. Morì nel 1937.



Nei primi anni

Nato a Richford, New York, l'8 luglio 1839, John Davison Rockefeller si trasferì con la sua famiglia a Cleveland, Ohio, all'età di 14 anni. Senza paura del duro lavoro, da adolescente iniziò una serie di piccole imprese, ottenendo il suo primo vero lavoro d'ufficio all'età di 16 anni, come assistente contabile presso Hewitt & Tuttle, commissionando mercanti e spedizionieri di prodotti.

All'età di 20 anni, Rockefeller, che aveva prosperato nel suo lavoro, si avventurò da solo con un socio in affari, lavorando come commerciante su commissione di fieno, carne, cereali e altri beni. Alla fine del primo anno di attività dell'azienda, aveva incassato $ 450.000.





Un uomo d'affari attento e studioso che si asteneva dal correre rischi inutili, Rockefeller intuì un'opportunità nel settore petrolifero all'inizio degli anni '60 dell'Ottocento. Con l'aumento della produzione di petrolio nella Pennsylvania occidentale, Rockefeller decise che la creazione di una raffineria di petrolio vicino a Cleveland, a breve distanza da Pittsburgh, sarebbe stata una buona mossa commerciale. Nel 1863 aprì la sua prima raffineria, che nel giro di due anni divenne la più grande della zona. Non ci volle molto altro successo per convincere Rockefeller a rivolgere la sua attenzione a tempo pieno al business del petrolio.

Olio standard

Nel 1870, Rockefeller e i suoi soci fondarono la Standard Oil Company, che prosperò immediatamente, grazie alle condizioni economiche/industriali favorevoli e alla spinta di Rockefeller per semplificare le operazioni dell'azienda e mantenere alti i margini. Con il successo arrivarono le acquisizioni, poiché Standard iniziò ad acquistare i suoi concorrenti.



Le mosse di Standard sono state così rapide e radicali che ha controllato la maggior parte delle raffinerie nell'area di Cleveland entro due anni. Standard ha quindi utilizzato le sue dimensioni e ubiquità nella regione per fare accordi favorevoli con le ferrovie per spedire il suo petrolio. Parallelamente, Standard si è inserita nel business stesso con l'acquisto di gasdotti e terminal, realizzando un sistema di trasporto dei propri prodotti. Controllando (o possedendo) quasi ogni aspetto dell'attività, la presa di Standard sull'industria si è rafforzata e ha persino acquistato migliaia di acri di foresta per legname e trivellazioni e per impedire ai concorrenti di gestire i propri gasdotti.

Scorri fino a Continua

LEGGI SUCCESSIVO

Anche l'impronta di Standard è cresciuta e ha acquistato concorrenti in altre regioni, perseguendo presto l'ambizione di essere un attore del settore sia da costa a costa negli Stati Uniti che all'estero. In poco più di un decennio da quando la Standard Oil è stata costituita, aveva quasi il monopolio del business petrolifero negli Stati Uniti e ha consolidato ogni divisione sotto un gigantesco ombrello aziendale, con Rockefeller che supervisionava tutto. Tutto ciò che Rockefeller aveva fatto fino a quel momento aveva portato al primo monopolio americano, o 'fiducia', e sarebbe servito da luce guida per gli altri grandi affari che lo seguivano.



Questioni antitrust

Con una spinta così aggressiva nel settore, il pubblico e il Congresso degli Stati Uniti hanno notato Standard e la sua marcia apparentemente inarrestabile. Il comportamento monopolistico non fu gentilmente considerato e Standard divenne presto l'epitome di un'azienda cresciuta troppo grande e troppo dominante, per il bene pubblico. Il Congresso si gettò nella mischia con entrambi i piedi nel 1890 con lo Sherman Antitrust Act e due anni dopo la Corte Suprema dell'Ohio considerò la Standard Oil un monopolio che violava la legge dell'Ohio. Sempre desideroso di essere un passo avanti, Rockefeller sciolse la società e permise che ogni proprietà sotto lo stendardo Standard fosse gestita da altri. Tuttavia, la gerarchia generale è rimasta sostanzialmente al suo posto e il consiglio di Standard ha mantenuto il controllo della rete delle società scorporate.

Appena nove anni dopo che l'azienda si è fatta a pezzi di fronte alla legislazione antitrust, quei pezzi sono stati nuovamente rimontati in una holding. Nel 1911, tuttavia, la Corte Suprema degli Stati Uniti dichiarò illegale la nuova entità in violazione dello Sherman Antitrust Act e fu nuovamente costretta a sciogliersi.

Anni successivi, morte e eredità

Rockefeller era un devoto battista e una volta ritiratosi dalle attività quotidiane di gestione di una delle più grandi attività commerciali del mondo (nel 1895, all'età di 56 anni), si tenne occupato in attività di beneficenza, diventando uno dei filantropi più rispettati della storia. Il suo denaro ha contribuito a pagare la creazione dell'Università di Chicago (1892), alla quale ha donato più di 80 milioni di dollari prima della sua morte. Ha anche contribuito a fondare il Rockefeller Institute for Medical Research (in seguito chiamato Rockefeller University) a New York e la Rockefeller Foundation. In totale ha donato più di 530 milioni di dollari a varie cause.



Con sua moglie, Laura, Rockefeller ha avuto cinque figli, inclusa una figlia, Alice, morta durante l'infanzia.

Rockefeller morì il 23 maggio 1937 a Ormond Beach, in Florida. La sua eredità, tuttavia, sopravvive: Rockefeller è considerato uno dei principali uomini d'affari americani ed è accreditato per aver contribuito a plasmare gli Stati Uniti in quello che sono oggi.

Il suo unico figlio, anch'egli di nome John, servì da parte di padre come filantropo mentre l'anziano Rockefeller era ancora vivo e avrebbe continuato l'eredità di donazione di suo padre. Durante la seconda guerra mondiale ha contribuito a fondare le United Service Organizations (USO) e dopo la guerra ha donato terreni per la sede delle Nazioni Unite a New York City. Ha anche donato 5 milioni di dollari per il Lincoln Center for the Performing Arts di New York City, ha contribuito al restauro della Williamsburg coloniale, in Virginia, e ha fornito finanziamenti per il Museum of Modern Art.



Video

  Booker T. Washington - Primo broker di potere nero
Booker T. Washington - Primo broker di potere nero (PG TV; 2:09)
  Andrew Carnegie - Ricco e saggio
Andrew Carnegie - Ricco e saggio (PG TV; 1:38)
  Cornelius Vanderbilt - Famiglia Vanderbilt
Cornelius Vanderbilt - Famiglia Vanderbilt (TV-14; 2:34)
  JP Morgan - Panico del 1893
JP Morgan - Panico del 1893 (TV-14; 3:51)