stati Uniti

Martin Luther King Jr.

  Martin Luther King Jr.
Foto: Howard Sochurek/The LIFE Picture Collection/Getty Images
Martin Luther King Jr. era uno studioso e ministro che guidava il movimento per i diritti civili. Dopo il suo assassinio, è stato commemorato da Martin Luther King Jr. Day.

Chi era Martin Luther King Jr?

Martin Luther King Jr. era un ministro battista e attivista per i diritti civili che ha avuto un impatto sismico sulle relazioni razziali negli Stati Uniti, a partire dalla metà degli anni '50.



Tra i suoi numerosi sforzi, King ha guidato la Southern Christian Leadership Conference (SCLC). Attraverso il suo attivismo e i suoi discorsi ispiratori, ha svolto un ruolo fondamentale nel porre fine alla segregazione legale dei cittadini afroamericani negli Stati Uniti, nonché nella creazione del Legge sui diritti civili del 1964 e il Legge sui diritti di voto del 1965.

King ha vinto il Premio Nobel per la Pace nel 1964, tra molti altri riconoscimenti. Continua ad essere ricordato come uno dei leader afroamericani più influenti e stimolanti della storia.





Primi anni di vita

Nato come Michael King Jr. il 15 gennaio 1929, Martin Luther King Jr. era il figlio di mezzo di Michael King Sr. e Alberta Williams King.

Le famiglie King e Williams avevano radici nella Georgia rurale. Il nonno di Martin Jr., A.D. Williams, fu per anni ministro delle campagne e poi si trasferì ad Atlanta nel 1893.



Rilevò la piccola chiesa battista Ebenezer in difficoltà con circa 13 membri e ne fece una forte congregazione. Ha sposato Jennie Celeste Parks e hanno avuto un figlio sopravvissuto, Alberta.

Martin Sr. proveniva da una famiglia di mezzadri in una povera comunità agricola. Sposò Alberta nel 1926 dopo un corteggiamento di otto anni. Gli sposi si sono trasferiti a casa di A.D. ad Atlanta.



Martin Sr. intervenne come pastore della Ebenezer Baptist Church alla morte di suo suocero nel 1931. Anche lui divenne un ministro di successo e adottò il nome Martin Luther King Sr. in onore del leader religioso protestante tedesco Martin Lutero . A tempo debito, Michael Jr. avrebbe seguito l'esempio di suo padre e avrebbe adottato lui stesso il nome.

LEGGI DI PIÙ: Martin Luther King Jr. e Martin Luther: i paralleli tra i due leader

King aveva una sorella maggiore, Willie Christine, e un fratello minore, Alfred Daniel Williams King. I bambini King sono cresciuti in un ambiente sicuro e amorevole. Martin Sr. era più il disciplinare, mentre la gentilezza di sua moglie bilanciava facilmente la mano severa del padre.



Anche se senza dubbio ci hanno provato, i genitori di King non potevano proteggerlo completamente dal razzismo. Martin Sr. ha combattuto contro il pregiudizio razziale, non solo perché la sua razza soffriva, ma perché considerava il razzismo e la segregazione un affronto alla volontà di Dio. Ha fortemente scoraggiato qualsiasi senso di superiorità di classe nei suoi figli che ha lasciato un'impressione duratura su Martin Jr.

Cresciuto ad Atlanta, in Georgia, King è entrato nella scuola pubblica all'età di cinque anni. Nel maggio 1936 fu battezzato, ma l'evento gli fece poca impressione.

Nel maggio 1941, King aveva 12 anni quando sua nonna, Jennie, morì di infarto. L'evento è stato traumatico per King, soprattutto perché era fuori a guardare una parata contro la volontà dei suoi genitori quando è morta. Sconvolto dalla notizia, il giovane King è saltato da una finestra del secondo piano della casa di famiglia, presumibilmente tentando il suicidio.



Re ha partecipato Booker T. Washington High School, dove si diceva fosse uno studente precoce. Ha saltato sia il nono che l'undicesimo anno ed è entrato al Morehouse College di Atlanta all'età di 15 anni, nel 1944. Era uno studente popolare, soprattutto con le sue compagne di classe, ma uno studente demotivato che ha fluttuato nei suoi primi due anni.

Sebbene la sua famiglia fosse profondamente coinvolta nella chiesa e nel culto, King metteva in dubbio la religione in generale e si sentiva a disagio per le manifestazioni eccessivamente emotive del culto religioso. Questo disagio è continuato per gran parte della sua adolescenza, portandolo inizialmente a decidere di non entrare nel ministero, con grande sgomento di suo padre.



Ma all'ultimo anno King prese un corso biblico, rinnovò la sua fede e iniziò a pensare a una carriera nel ministero. Nell'autunno del suo ultimo anno, ha detto a suo padre della sua decisione.

5 Galleria 5 immagini

Educazione e Crescita Spirituale

Nel 1948, King ha conseguito una laurea in sociologia presso Collegio Morehouse e ha frequentato il seminario teologico liberale Crozer a Chester, in Pennsylvania. Ha prosperato in tutti i suoi studi, è stato commiato della sua classe nel 1951 ed è stato eletto presidente del corpo studentesco. Ha anche ottenuto una borsa di studio per studi universitari.

Ma King si ribellò anche all'influenza più conservatrice di suo padre bevendo birra e giocando a biliardo mentre era al college. È stato coinvolto con una donna bianca e ha attraversato un momento difficile prima di poter interrompere la relazione.

Durante il suo ultimo anno di seminario, King passò sotto la guida del presidente del Morehouse College Benjamin E. Mays che influenzò lo sviluppo spirituale di King. Mays era un schietto sostenitore dell'uguaglianza razziale e incoraggiò King a vedere il cristianesimo come una potenziale forza per il cambiamento sociale. Dopo essere stato accettato in diversi college per i suoi studi di dottorato, King si iscrisse alla Boston University.

Durante il lavoro per il suo dottorato, King si è incontrato Coretta Scott , aspirante cantante e musicista alla New England Conservatory School di Boston. Si sposarono nel giugno 1953 e ebbero quattro figli, Yolanda, Martin Luther King III, Dexter Scott e Bernice .

Nel 1954, mentre stava ancora lavorando alla sua tesi, King divenne parroco della chiesa battista di Dexter Avenue a Montgomery, in Alabama. Ha completato il suo dottorato di ricerca. e si laureò nel 1955. King aveva solo 25 anni.

Boicottaggio degli autobus di Montgomery

Il 2 marzo 1955, una ragazza di 15 anni si rifiutò di cedere il posto a un uomo bianco su un autobus urbano di Montgomery in violazione della legge locale. L'adolescente Claudette Colvin è stata quindi arrestata e portata in prigione.

In un primo momento, il capitolo locale del NAACP sentivano di avere un eccellente banco di prova per sfidare la politica degli autobus segregati di Montgomery. Ma poi è stato rivelato che Colvin era incinta e i leader dei diritti civili temevano che ciò avrebbe scandalizzato la comunità nera profondamente religiosa e reso Colvin (e quindi gli sforzi del gruppo) meno credibile agli occhi dei bianchi simpatici.

Il 1° dicembre 1955 ebbero un'altra possibilità di presentare la loro causa. Quella sera, 42 anni Rosa Parks salì sull'autobus di Cleveland Avenue per tornare a casa dopo una faticosa giornata di lavoro. Si è seduta nella prima fila della sezione 'colorata' al centro dell'autobus. Mentre l'autobus percorreva il suo percorso, tutti i posti nella sezione bianca si riempivano, quindi molti altri passeggeri bianchi salirono sull'autobus.

L'autista dell'autobus ha notato che c'erano diversi uomini bianchi in piedi e ha chiesto a Parks e molti altri afroamericani di rinunciare ai loro posti. Altri tre passeggeri afroamericani hanno rinunciato con riluttanza ai loro posti, ma Parks è rimasto seduto.

L'autista le ha chiesto di nuovo di rinunciare al suo posto e ancora una volta ha rifiutato. Parks è stato arrestato e ammonito per aver violato il codice della città di Montgomery. Al suo processo una settimana dopo, in un'udienza di 30 minuti, Parks è stata dichiarata colpevole e multata di $ 10 e ha valutato $ 4 di spese processuali.

La notte in cui Parks è stato arrestato, E.D. Nixon , il capo del capitolo NAACP locale ha incontrato King e altri leader locali per i diritti civili per pianificare a Boicottaggio degli autobus di Montgomery . King è stato eletto a guidare il boicottaggio perché era giovane, ben addestrato, con solidi legami familiari e aveva una posizione professionale. Ma era anche nuovo nella comunità e aveva pochi nemici, quindi si pensava che avrebbe avuto una forte credibilità con la comunità nera.

Nel suo primo discorso come presidente del gruppo, King ha dichiarato: 'Non abbiamo altra alternativa che protestare. Per molti anni abbiamo mostrato una pazienza straordinaria. A volte abbiamo dato ai nostri fratelli bianchi la sensazione che ci piacesse il modo in cui venivamo trattati. Ma veniamo qui stasera per essere salvati da quella pazienza che ci rende pazienti con qualsiasi cosa che non sia libertà e giustizia'.

L'abile retorica di King ha dato nuova energia alla lotta per i diritti civili in Alabama. Il boicottaggio degli autobus ha comportato 382 giorni di cammino per andare al lavoro, molestie, violenze e intimidazioni per la comunità afroamericana di Montgomery. Sia la casa di King che quella di Nixon furono attaccate.

Ma anche la comunità afroamericana ha intrapreso un'azione legale contro l'ordinanza cittadina sostenendo che fosse incostituzionale sulla base del della Corte Suprema decisione 'separare non è mai uguale'. Brown contro Board of Education . Dopo essere stata sconfitta in diverse sentenze dei tribunali di grado inferiore e aver subito ingenti perdite finanziarie, la città di Montgomery ha revocato la legge che impone la segregazione dei trasporti pubblici.

Conferenza sulla leadership cristiana meridionale

Irritati dalla vittoria, i leader afroamericani per i diritti civili hanno riconosciuto la necessità di un'organizzazione nazionale che aiuti a coordinare i loro sforzi. Nel gennaio 1957, King, Ralph Abernathy e 60 ministri e attivisti per i diritti civili hanno fondato la Southern Christian Leadership Conference per sfruttare l'autorità morale e il potere organizzativo delle chiese nere. Aiuterebbero a condurre proteste non violente per promuovere la riforma dei diritti civili.

La partecipazione di King all'organizzazione gli ha dato una base operativa in tutto il sud, oltre a una piattaforma nazionale. L'organizzazione ha ritenuto che il posto migliore per iniziare a dare voce agli afroamericani fosse autorizzarli nel processo di voto. Nel febbraio 1958, l'SCLC sponsorizzò più di 20 riunioni di massa nelle principali città del sud per registrare gli elettori neri nel sud. King ha incontrato i leader religiosi e dei diritti civili e ha tenuto conferenze in tutto il paese su questioni legate alla razza.

Nel 1959, con l'aiuto dell'American Friends Service Committee, e ispirato da Del Mahatma Gandhi successo con l'attivismo non violento, King ha visitato il luogo di nascita di Gandhi in India. Il viaggio lo colpì in modo profondo, accrescendo il suo impegno nella lotta per i diritti civili in America.

Attivista afroamericano per i diritti civili Bayard Rustin , che aveva studiato gli insegnamenti di Gandhi, divenne uno dei soci di King e gli consigliò di dedicarsi ai principi della nonviolenza. Rustin è stato mentore e consigliere di King durante il suo primo attivismo ed è stato il principale organizzatore della marcia del 1963 su Washington.

LEGGI DI PIÙ: Come Martin Luther King Jr. si è ispirato alla nonviolenza di Gandhi

Ma Rustin era anche una figura controversa all'epoca, essendo un omosessuale con presunti legami con il Partito Comunista. Sebbene il suo consiglio fosse inestimabile per King, molti dei suoi altri sostenitori lo esortarono a prendere le distanze da Rustin.

SCARICA LA BIOGRAFIA DI MARTIN LUTHER KING JR. SCHEDA DEI FATTI

  Martin Luther King Jr. Scheda dei fatti

Sit-in di Greensboro

Nel febbraio 1960, un gruppo di studenti afroamericani nella Carolina del Nord iniziò quello che divenne noto come il Movimento sit-in di Greensboro .

Scorri fino a Continua

LEGGI SUCCESSIVO

Gli studenti si sedevano ai banchi del pranzo segregati razzialmente nei negozi della città. Quando è stato chiesto di andarsene o di sedersi nella sezione colorata, sono rimasti semplicemente seduti, sottoponendosi ad abusi verbali e talvolta fisici.

Il movimento ha rapidamente guadagnato terreno in diverse altre città. Nell'aprile 1960, l'SCLC tenne una conferenza alla Shaw University di Raleigh, nella Carolina del Nord, con i leader dei sit-in locali. King ha incoraggiato gli studenti a continuare a usare metodi non violenti durante le loro proteste.

Al di fuori di questo incontro, il Comitato di coordinamento non violento studentesco formato e per un certo periodo, ha lavorato a stretto contatto con l'SCLC. Nell'agosto del 1960, i sit-in erano riusciti a porre fine alla segregazione agli sportelli del pranzo in 27 città del sud.

Nel 1960, King stava guadagnando visibilità nazionale. Tornò ad Atlanta per diventare co-parroco con suo padre presso la Ebenezer Baptist Church, ma continuò anche i suoi sforzi per i diritti civili.

Il 19 ottobre 1960, King e 75 studenti entrarono in un grande magazzino locale e chiesero il servizio al banco del pranzo, ma gli fu negato. Quando si sono rifiutati di lasciare lo sportello, King e altri 36 sono stati arrestati.

Rendendosi conto che l'incidente avrebbe danneggiato la reputazione della città, il sindaco di Atlanta ha negoziato una tregua e alla fine le accuse sono state ritirate. Ma subito dopo, King fu imprigionato per aver violato la libertà vigilata con una condanna per traffico.

La notizia della sua prigionia entrò nella campagna presidenziale del 1960 quando si candidò John F. Kennedy fece una telefonata a Coretta Scott King. Kennedy ha espresso la sua preoccupazione per il duro trattamento riservato da King alla multa e la pressione politica è stata rapidamente avviata. King fu presto rilasciato.

Lettera dal carcere di Birmingham

Nella primavera del 1963, King organizzò una manifestazione nel centro di Birmingham, in Alabama. Con intere famiglie presenti, la polizia cittadina ha rivolto cani e manichette antincendio ai manifestanti.

King fu incarcerato insieme a un gran numero di suoi sostenitori, ma l'evento attirò l'attenzione a livello nazionale. Tuttavia, King è stato personalmente criticato sia dal clero bianco che nero per aver corso dei rischi e aver messo in pericolo i bambini che hanno partecipato alla manifestazione.

Nel suo famoso Lettera dal carcere di Birmingham , King espose in modo eloquente la sua teoria della non violenza: 'L'azione diretta nonviolenta cerca di creare una tale crisi e promuovere una tale tensione che una comunità, che si è costantemente rifiutata di negoziare, è costretta ad affrontare la questione'.

12 Galleria 12 immagini

Discorso 'Ho un sogno'.

Entro la fine della campagna di Birmingham, King ei suoi sostenitori stavano pianificando una massiccia manifestazione nella capitale della nazione composta da più organizzazioni, tutte chiedendo un cambiamento pacifico.

Il 28 agosto 1963 lo storico Marcia su Washington ha attirato più di 200.000 persone all'ombra del Lincoln Memorial. Fu qui che King fece il suo famoso discorso 'I Have a Dream', sottolineando la sua convinzione che un giorno tutti gli uomini potrebbero essere fratelli

'Ho un sogno che i miei quattro figli vivranno un giorno in una nazione in cui non saranno giudicati dal colore della loro pelle ma dal contenuto del loro carattere'. - Martin Luther King, Jr. / Discorso 'I Have A Dream', 28 agosto 1963

La crescente ondata di agitazione per i diritti civili ha prodotto un forte effetto sull'opinione pubblica. Molte persone nelle città che non sperimentavano tensioni razziali iniziarono a mettere in discussione le leggi nazionali di Jim Crow e il trattamento di seconda classe di quasi un secolo dei cittadini afroamericani.

LEGGI DI PIÙ: Il famoso discorso di Martin Luther King Jr. quasi non conteneva la frase 'I have a dream'

premio Nobel per la pace

Ciò ha comportato il passaggio del Legge sui diritti civili del 1964 , autorizzando il governo federale a imporre la desegregazione degli alloggi pubblici e vietando la discriminazione nelle strutture di proprietà pubblica. Ciò portò anche King a ricevere il Premio Nobel per la pace nel 1964.

La lotta di King continuò per tutti gli anni '60. Spesso sembrava che lo schema del progresso fosse di due passi avanti e uno indietro.

Il 7 marzo 1965, una marcia per i diritti civili, pianificata da Selma a Montgomery, la capitale dell'Alabama, divenne violenta quando la polizia con manganelli e gas lacrimogeni incontrò i manifestanti mentre cercavano di attraversare il ponte Edmund Pettus.

King non era in marcia, tuttavia, l'attacco è stato trasmesso in televisione mostrando immagini orribili di manifestanti sanguinanti e gravemente feriti. Diciassette manifestanti sono stati ricoverati in ospedale in una giornata che si sarebbe chiamata ' Domenica di sangue .'

Una seconda marcia è stata annullata a causa di un ordine restrittivo per impedire lo svolgimento della marcia. Era prevista una terza marcia e questa volta King si assicurava che ne facesse parte. Non volendo alienare i giudici meridionali violando l'ordine restrittivo, è stato adottato un approccio diverso.

Il 9 marzo 1965, un corteo di 2.500 manifestanti, bianchi e neri, partì ancora una volta per attraversare il ponte Pettus e affrontò barricate e truppe di stato. Invece di forzare un confronto, King ha portato i suoi seguaci a inginocchiarsi in preghiera e poi si sono voltati.

governatore dell'Alabama Giorgio Wallace ha continuato a cercare di impedire un'altra marcia fino a quando Il presidente Lyndon B. Johnson ha promesso il suo sostegno e ha ordinato alle truppe dell'esercito americano e alla Guardia nazionale dell'Alabama di proteggere i manifestanti.

Il 21 marzo circa 2.000 persone hanno iniziato a marcia da Selma a Montgomery , la capitale dello stato. Il 25 marzo, il numero dei manifestanti, che era cresciuto fino a circa 25.000, si è riunito davanti alla capitale dello stato dove King ha pronunciato un discorso televisivo. Cinque mesi dopo la storica protesta pacifica, il presidente Johnson ha firmato il Voting Rights Act del 1965.

Dalla fine del 1965 al 1967, King ha ampliato i suoi sforzi per i diritti civili in altre grandi città americane, tra cui Chicago e Los Angeles. Ma ha incontrato crescenti critiche e sfide pubbliche da parte dei giovani leader del potere nero.

L'approccio paziente e non violento di King e l'appello ai cittadini bianchi della classe media hanno alienato molti militanti neri che consideravano i suoi metodi troppo deboli, troppo tardivi e inefficaci.

Per affrontare questa critica, King iniziò a creare un legame tra discriminazione e povertà e iniziò a parlare contro il guerra del Vietnam . Riteneva che il coinvolgimento dell'America in Vietnam fosse politicamente insostenibile e che la condotta del governo nella guerra fosse discriminatoria per i poveri. Ha cercato di ampliare la sua base formando una coalizione multirazziale per affrontare i problemi economici e di disoccupazione di tutte le persone svantaggiate.

Chi ha ucciso Martin Luther King Jr.?

Nel 1968, gli anni delle manifestazioni e degli scontri cominciavano a consumarsi su King. Si era stancato delle marce, di andare in prigione e di vivere sotto la costante minaccia di morte. Si stava scoraggiando per il lento progresso dei diritti civili in America e per le crescenti critiche da parte di altri leader afroamericani.

I piani erano in lavorazione per un'altra marcia su Washington per rilanciare il suo movimento e portare l'attenzione su una gamma sempre più ampia di questioni. Nella primavera del 1968, uno sciopero dei lavoratori dei servizi igienico-sanitari di Memphis portò King a un'ultima crociata.

Il 3 aprile, ha pronunciato il suo discorso finale e quello che si è rivelato essere un discorso stranamente profetico, 'I've Been to the Mountaintop', in cui ha detto ai sostenitori del Mason Temple a Memphis: 'Ho visto la terra promessa. Ho potrebbe non arrivare con te. Ma voglio che tu sappia stasera che noi, come popolo, arriveremo alla terra promessa'.

Il giorno successivo, mentre era in piedi su un balcone fuori dalla sua stanza al Lorraine Motel, Martin Luther King Jr. è stato ucciso dal proiettile di un cecchino. Il tiratore, un vagabondo malcontento ed ex detenuto di nome James Earl Ray , è stato infine arrestato dopo una caccia all'uomo internazionale di due mesi.

L'assassinio ha scatenato rivolte e manifestazioni in più di 100 città del paese. Nel 1969, Ray si dichiarò colpevole dell'assassinio di King e fu condannato a 99 anni di prigione. Morì in carcere il 23 aprile 1998.

undici Galleria undici immagini

LEGGI DI PIÙ: L'assassinio di Martin Luther King Jr.

Eredità

La vita di King ha avuto un impatto sismico sulle relazioni razziali negli Stati Uniti. Anni dopo la sua morte, è il leader afroamericano più conosciuto della sua epoca.

La sua vita e il suo lavoro sono stati onorati con una festa nazionale, scuole ed edifici pubblici a lui intitolati e un memoriale sull'Independence Mall a Washington, DC.

Ma anche la sua vita rimane controversa. Negli anni '70, FBI file, rilasciati sotto il Legge sulla libertà di informazione , ha rivelato di essere sotto la sorveglianza del governo e ha suggerito il suo coinvolgimento in relazioni adultere e influenze comuniste.

Negli anni, approfonditi studi d'archivio hanno portato a una valutazione più equilibrata e completa della sua vita, dipingendolo come una figura complessa: imperfetto, fallibile e limitato nel suo controllo sui movimenti di massa a cui era associato, eppure un leader visionario che era profondamente impegnato a raggiungere la giustizia sociale attraverso mezzi non violenti.

Martin Luther King Jr. Giorno

Nel 1983, Il presidente Ronald Reagan ha firmato un disegno di legge che creava il Martin Luther King Jr. Day, una festa federale in onore dell'eredità del leader dei diritti civili ucciso.

Il Martin Luther King Jr. Day è stato celebrato per la prima volta nel 1986 e in tutti i 50 stati nel 2000.